Convegno sull'edilizia a basso impatto ambientale, ecco come cambiano (in meglio) le nostre case

Pace Blog

Il settore edile in Valdinievole torna lentamente a crescere, dopo la grave crisi del 2008. Per questo la formazione e l'aggiornamento dei costruttori su “green building”, rigenerazione urbana e manutenzione eco-sostenibile diventano elementi-chiave in questa nuova fase.  Va in questa direzione il convegno sull'edilizia green organizzato dall'azienda pievarina Pace La Palagina insieme a Kerakoll martedì 14 marzo ospitato dall'Hotel Croce di Malta di Montecatini. “E' importante che gli operatori siano aggiornati su tutte le innovazioni disponibili per la costruzione delle case – sottolinea Riccardo Marescalchi della Kerakoll – perchè ogni anno la tecnologia va avanti e i prodotti che utilizziamo nell'edilizia diventano migliori da un punto di vista ambientale. Occorre però saper usare le nuove tecnologie nel migliore dei modi, rimanendo aggiornati su materiali e tecniche innovative”.

Il convegno sull'edilizia green è stata anche l'occasione per “toccare con mano” una serie di nuovi prodotti a basso impatto ambientale, testati dai partecipanti a margine dell'evento. “Anche un elemento all'apparenza minimale – prosegue Marescalchi – come lo stucco nelle fughe delle piastrelle può diventare importante per la salute: i nuovi stucchi possiedono, infatti, formule chimiche estremamente sofisticate che non assorbono nessuna sostanza, in particolar modo batteri. Significa pavimenti più puliti, più belli ma soprattutto più sani. Bisogna però divulgare le nuove tecniche e farle applicare quanto più possibile, altrimenti rendiamo vano il progresso tecnologico in aiuto all'ambiente".Un'attenzione all'ecologia che si muove su più ambiti. “Negli ultimi anni – sottolinea Emanuele Pace, responsabile dell'azienda Pace La Palagina – c'è stata una progressiva attenzione alle costruzioni eco-sostenibili in Valdinievole. I nuovi prodotti devono rispondere a severi norme di eco-sostenibilità, biocompatibilità e assenza di rischi per la salute sia di chi lavora in cantiere che per chi andrà ad abitare in quella casa. Pensiamo che la formazione sia fondamentale nel lavoro edile ed è per questo che puntiamo sulla divulgazione delle nuove tecniche di costruzione green in modo da poterle utilizzare fin da subito nelle nuove abitazioni o in quelle più vecchie che vengono ristrutturate”.